Pubblicati da Raffaella Sbrana

Nuova-Sabatini, ecco tutti i dettagli

Lo scorso 23 marzo è stata emanata la nuova circolare attuativa relativa allo strumento agevolativo “Beni strumentali – Nuova Sabatini” all’indomani della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto Mise – Mef 25 gennaio 2016. Come ricorda Il Sole 24 Ore del 27 marzo, le modifiche alla “Nuova Sabatini” prevedono che i contributi a favore delle […]

Pagamenti in contanti. Cosa cambia nel 2016?

La legge di stabilità per il 2016 ha introdotto, a partire dal primo Gennaio 2016 alcuni importanti cambiamenti in merito ai pagamenti tramite contanti; l’obiettivo dichiarato dal governo è la ripresa del consumi interni. Cosa prevede la legge di stabilità? L’innalzamento del limite per l’utilizzo del denaro contante; L’obbligo di accettare pagamenti mediante carte di debito o […]

Pmi e banche hanno un nemico comune

Per le piccole e medie imprese è quasi una tradizione considerare gli istituti di credito come degli avversari, eccezionalmente negli ultimi mesi banche e Pmi, stanno però combattendo la medesima battaglia contro un nemico comune. Per capire di cosa si tratta dobbiamo tornare indietro al 2014. Il 1 Gennaio 2014 il Parlamento europeo ha approvato […]

Sblocco del credito: ecco l’alternativa alla Bad Bank

“Chi salverà le PMI”. Questo è il titolo di un interessante articolo di Milano Finanza del 26 settembre 2015 che spiega l’attuale scenario del credito. I dati dei primi sette mesi del 2015, come riportato in altre nostre precedenti news, evidenziano un aumento delle erogazioni dei prestiti bancari ma la liquidità è destinata per la […]

PD e LGD: occhio a quei due!

“Rivedere i modelli interni fa parte della normale attività di supervisione del Ssm, che da novembre 2014 ha già controllato i modelli di numerosi istituti”. Con queste parole riportate il 15 Giugno 2015 nell’inserto Affari e Finanza di La Repubblica, la BCE anticipa che nei prossimi mesi si intensificheranno i controlli da parte degli ispettori […]

Ipse dixit: “Il cambiamento non può essere procrastinato”

Il 26 Maggio, in occasione dell’Assemblea annuale di Banca d’Italia, il Governatore ha presentato le sue “Considerazioni finali”. Come riportato da Banca d’Italia, Visco nelle “Considerazioni finali” ha certificato che la ripresa si è avviata ma adesso l’Italia deve puntare al “ritorno a una crescita stabile, tale da offrire nuove prospettive di lavoro”, attraverso un […]