Evento gratuito, l’importanza della pianificazione finanziaria strategica

Nel mese di Novembre abbiamo chiuso una nuova partnership con 4 Planning società che sviluppa soluzioni software per fornire risposte concrete ed affidabili alle esigenze di pianificazione e controllo delle aziende. La collaborazione sarà utile per testare soluzioni, all’interno dei progetti di consulenza, per migliorare i risultati, ottimizzare i tempi di progetto e garantire ai clienti soluzioni software sempre all’avanguardia.

In questa ottica inoltre siamo lieti di annunciare il primo evento del 2018, proprio in collaborazione con 4 Planning, in cui parleremo dell’importanza della pianificazione finanziaria strategica. Vi aspettiamo numerosi al “Murate Idea Park” (Piazza Madonna della Neve 8, Firenze) il prossimo 16 Gennaio 2018.

Iscriviti all’evento!

Raffaella entra nel team di Studio Eidos

Raffaella Sbrana dopo il suo periodo di stage in Studio Eidos, dal mese di novembre è entrata nel team a tutti gli effetti come Junior Consultant. Facendole i nostri complimenti e augurandole il nostro miglior “in bocca al lupo”, vi segnaliamo il suo curriculm.

Raffaella, dottoressa magistrale in “Strategia, Management e Controllo”, si è laureata con il massimo dei voti presso l’Università degli Studi di Pisa.  Per Studio Eidos svolge attività di supporto alle PMI nell’elaborazione di piani industriali e in particolar modo nell’implementazione e nel mantenimento del Modello Organizzativo ex D. Lgs. 231/2001.

Un’occasione di formazione con Studio Eidos

Nuova occasione di formazione grazie all’accordo con la società Qu.In. srl con la quale stiamo organizzando due corsi di formazione su tematiche come il rapporto tra azienda e banche in periodi di crisi, oltre che ad un focus specifico su pianificazione e controllo e sui vantaggi per le Pmi. Le docenze di entrambi i corsi saranno tenute dal team di Studio Eidos presso la sede di Qu.In. a Calenzano.

Tali occasioni di formazione sono rivolte in particolar modo a responsabili amministrativi, finanziari, imprenditori e a tutti coloro che hanno rapporti con le banche. Di seguito le indicazioni del primo appuntamento.

Per iscrizioni e ulteriori informazioni seguire il seguente link

29 giugno 2015

Il rapporto con le banche: un nuovo approccio ai tempi della crisi.

Schermata 2015-06-16 alle 10.01.37

Job opportunities in Studio Eidos

Studio Eidos offre la seguente opportunità di lavoro per la nostra sede di Firenze, per la quale sta già effettuando dei colloqui.

Titolo
Orientamento alla consulenza aziendale.

Descrizione
Acquisizione delle competenze di base in merito alle logiche di funzionamento delle imprese industriali e commerciali del territorio toscano; affiancamento nelle fasi di analisi dei progetti in essere nell’ambito della consulenza economico-finanziaria e gestionale.

Durata e orario di lavoro
6 mesi, data di inizio da concordare in sede di colloquio. Giorni lavorativi dal Lunedì al Venerdì con orario 9-13/14-18.

Termini contrattuali
Da definire in sede di colloquio in relazione all’esperienza già maturata.

Inviare curriculum a info@studioeidossrl.it

Imprese familiari, il meglio del capitalismo italiano

“Il mio segreto? Fare sempre diverso dagli altri, avere fede, tenere duro e non tradire il consumatore”. Sono le parole di un noto imprenditore italiano che ha costruito una multinazionale da 8 miliardi di euro di fatturato partendo da una semplice pasticceria.
Dopo aver posto l’attenzione sulla vita e le scelte imprenditoriali di Steve Jobs nella news del 19 febbraio 2015, oggi vogliamo trarre alcuni spunti di riflessione dalla strategia aziendale dell’imprenditore italiano per eccellenza, Michele Ferrero.
Come riportato nei principali quotidiani nazionali, in particolare ne Il Sole 24 Ore e ne La Stampa del 15 febbraio 2015, Ferrero ha tracciato alcune semplici regole nella strategia della propria azienda familiare:

  • Il consumatore deve essere al centro dell’attenzione di ogni componente dell’impresa a partire dall’imprenditore in persona. L’obiettivo è anticipare i bisogni del consumatore e soddisfarlo in modi che il consumatore stesso non sa immaginare.
  • Serve innovazione e cura del prodotto per il successo sul mercato; l’obiettivo deve essere di creare un prodotto unico dove la concorrenza semplicemente non esiste.
  • Occorre costante dedizione all’azienda perché è solo con la trepidazione, l’impazienza e la speranza che si può dare continuità all’attività e allo spirito imprenditoriale.

Il capitalismo familiare non deve essere visto come un peso per le aziende italiane ma un punto di forza ed un’opportunità per affrontare il mercato. Da uno studio di EY Italia pubblicato su Il Sole 24 Ore del 5 marzo 2015 risulta addirittura che le imprese a controllo familiare del Fortune Global 500 sono aumentate dal 15% al 19%. In Italia il numero di imprese familiari è più elevato rispetto agli altri paesi europei attestandosi ad oltre il 40% delle 300 imprese più grandi del Paese.
I tempi per prendere le decisioni gestionali sono sempre più brevi in mercati volatili come quelli attuali ma ciò non deve intimorire l’impresa familiare. Nella famiglia le imprese hanno in passato ritrovato gli stimoli giusti per affrontare il futuro e adesso devono lanciarsi nelle due principali sfide che attendono le aziende italiane per imporsi nel mercato: internazionalizzazione e digitalizzazione.

Studio Eidos e Qu.In. insieme per un progetto formativo

Siamo lieti di annunciare l’accordo con la società Qu.In. srl con la quale organizzeremo due corsi di formazione su tematiche come il rapporto tra azienda e banche in periodi di crisi, oltre che ad un focus specifico su pianificazione e controllo e sui vantaggi per le Pmi. Le docenze di entrambi i corsi saranno tenute dal team di Studio Eidos presso la sede di Qu.In. a Calenzano.

Tali occasioni di formazione sono rivolte in particolar modo a responsabili amministrativi, finanziari, imprenditori e a tutti coloro che hanno rapporti con le banche. Di seguito le indicazioni del primo appuntamento.

23 marzo 2015

Il rapporto con le banche: un nuovo approccio ai tempi della crisi.

Per informazioni e iscrizioni clicca qui

corso_banche-azienda

 

 

Imprenditori italiani? Stay hungry, stay foolish!

Cosa può fare un amministratore al comando di una Pmi italiana per impostare una strategia di successo? Proviamo a rispondere con le parole di un noto imprenditore: “Stay hungry, stay foolish!”.
Steve Jobs è rimasto affamato e folle per tutta la sua carriera e lo dimostrano i risultati raggiunti dalla Apple. Ma il risultato più importante che ha raggiunto è infondere nei propri dipendenti una duratura passione per la creazione di prodotti rivoluzionari e la ferma convinzione di poter realizzare cose che sembravano impossibili.

Quali sono stati i cardini del suo successo imprenditoriale?
Walter Isaacson, autore della biografia best seller “Steve Jobs” e di articoli sulla rivista Harvard Business Review (Hbr), ci racconta l’avvincente storia del geniale imprenditore la cui passione per la perfezione e il cui carisma hanno rivoluzionato i computer, il cinema d’animazione, la musica, la telefonia, i tablet e l’editoria elettronica. Isaacson in un articolo sul HBR di aprile 2012 individua le prassi che un imprenditore dovrebbe seguire per emulare Steve Jobs:

  • Focalizzate: “Quali sono i cinque prodotti su cui volete puntare?”.
  • Semplificate: ”La cosa migliore è andare in fondo nella ricerca della semplicità e capire tutto di quel prodotto e di come viene realizzato”.
  • Responsabilizzatevi: “E’ necessario assumersi la responsabilità dall’inizio alla fine dell’esperienza del cliente”.
  • Se siete rimasti indietro, saltate: “Non occorre solamente sfornare idee nuove ma anche recuperare posizioni perdute”.
  • Prima il prodotto, poi il profitto: “Le persone sono motivate dalla creazione di grandi prodotti, non dai profitti”.
  • Non diventate schiavi del focus group: “I clienti non sanno quello che vogliono finché non siamo noi a mostrarglielo”.
  • Piegate la realtà: “Buttatevi. Ce la potete fare”.
  • Imprimete: “Le persone effettivamente giudicano un libro dalla copertina”.
  • Esortate alla perfezione: “Un bravo falegname non usa un brutto legno per il retro di un armadio, anche se nessuno lo vedrà mai”.
  • Accettate solo giocatori di prima classe: “Quando hai persone veramente in gamba non devi coccolarle troppo”.
  • Incontri faccia a faccia: “La creatività emerge negli incontri spontanei, nelle discussioni libere e casuali”.
  • Adottate sia visione d’insieme che i dettagli: ”Occorre essere fantastici nella vision aziendale e nei dettagli”.
  • Combinate approccio scientifico e umanistico: “Creatività e tecnologia, arte e ingegneria”
  • Stay hungry, stay foolish: ”Solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di cambiare il mondo, lo cambiano davvero”.

Questo non vuole essere un vademecum da seguire per le aziende ma è un ottimo punto di partenza per riflettere sulla strategia aziendale. Adesso più che mai, c’è il bisogno di non sprecare le poche risorse disponibili e puntare all’eccellenza e alla perfezione. A tal proposito vi suggeriamo anche la lettura di un altro articolo apparso sulla rivista Hbr nel giugno 2013 che analizza il business model della Dallara, un’azienda italiana leader mondiale nella produzione di scocche auto che basa il suo successo sulle competenze, l’innovazione e l’internazionalizzazione. Solamente così a nostro giudizio le aziende italiane potranno ritrovare la strada del successo e affermarsi sui mercati internazionali con i propri prodotti.

Basilea III, Studio Eidos presente a Pescia per un workshop (invito)

Studio Eidos, sarà impegnato il prossimo 20 febbraio a Pescia, presso il palazzo del Podestà, al workshop intitolato “Il Rapporto banca-impresa dopo Basilea III: nuovi strumenti ed opportunità”.

L’evento è totalmente gratuito e vi invitiamo a partecipare, previa registrazione al seguente link:

http://www.eventbrite.it/e/biglietti-il-rapporto-banca-impresa-dopo-basilea-iii

Dopo il benvenuto iniziale il nostro Carlo Ghezzi introdurrà Basilea III e le nuove regole per la definizione del rating bancario con le necessarie informazioni per la valutazione del credito da parte degli istituti finanziari.

Ma il programma sarà più vasto e articolato secondo lo schedule che trovate qui di seguito allegato:

Invito Workshop Pescia

L’evento è organizzato dal Dott. Riccardo Gandolfi, consulente del lavoro e temporary manager e con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Pescia e Banca Mediolanum.

Buon anno a tutti da Studio Eidos

Per chiudere il 2014, vi segnalo l’articolo di Roberto Napoletano, direttore del Sole24Ore che fa un riassunto di quello che è accaduto in Italia negli ultimi anni e soprattutto traccia alcuni scenari futuri che potremmo vivere da qui a poco. E’ una sintesi completa ed impietosa delle responsabilità passate e delle azioni difficili che dovremo compiere per uscire dall’attuale situazione di impasse che il nostro paese sta attraversando.

La sera stessa ho terminato la lettura di “La via di fuga” di Federico Fubini, fiorentino classe ’66 e giornalista di Repubblica, e precedentemente de Il Corriere della Sera, in cui viene disegnata una via di uscita dall’attuale situazione di crisi internazionale. L’autore spiega tre possibili opzioni: defezione, protesta e lealtà, e inoltre le declina in alcuni scenari improbabili. Fubini infatti ci porta in un viaggio in cui vediamo suo prozio Renzo Fubini, economista di inizi del 900 ed allievo di Einaudi affrontare la crisi del ’29 ai tempi del fascismo e contemporaneamente ci racconta i suoi reportage contemporanei in Grecia e nel sud dell’Italia; ne esce un quadro ampio con belle similitudini tra percorsi e storie che sono legate da uno stesso impegno per uscire da una situazione di difficoltà.

Entrambe le letture convergono sulla stessa soluzione ai problemi:

  • impegno individuale
  • instancabile fiducia nel lavoro
  • lucida e coraggiosa consapevolezza del presente

questi saranno tra gli elementi che ci aiuteranno a dare una svolta all’attuale situazione economica.
Sarà una sfida impegnativa ma l’augurio che ci porgiamo, è di trovare le risorse per vincerla già a partire dal 2015.
Buon anno a tutti da Studio Eidos.

Carlo Ghezzi

Workshop presso Sued, il rapporto tra aziende e banche

La formazione sta assumendo un carattere sempre più importante in un contesto come quello attuale, nel quale sono richieste dal mercato competenze sempre più professionali, capacità e attitudini specifiche. La formazione quindi del personale aumenta il valore dell’impresa, migliora l’immagine aziendale, aumenta la motivazione del personale.

Per questo martedì scorso, 2 dicembre, è stata l’occasione per avviare una collaborazione in questa ottica, con l’azienda Sued. Fulcro del connubio è stato un workshop tenuto dal nostro team, presso la loro sede di Santa Croce sull’Arno, il cui obiettivo è stato approfondire il rapporto tra aziende e banche, fornendo un nuovo approccio in tempi di crisi.

Sono state due ore di presentazione e domande, focalizzate su aspetti come l’evoluzione del sistema bancario italiano, l’impatto sulle aziende dei provvedimenti di Basilea III, cos’è il rating e la gestione finanziaria aziendale.

Abbiamo registrato al termine, la soddisfazione dei partecipanti che cogliamo l’occasione per ringraziare e ovviamente restiamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Se siete interessati ad usufruire di queste presentazioni non esitate a contattarci.

foto credits: Billy Wilson